Palazzo del Comune e Sala Celesti

Piazza Martiri della Libertà
 
Piazza Martiri della Libertà è la piazza principale del paese nella quale si possono vedere il Monumento ai Caduti della prima Guerra Mondiale (opera di Luigi Contratti) e la Colonna con il Leone di San Marco, simbolo della Serenissima Repubblica di
Venezia che governò Lonato dalla metà del XV secolo sino alla fine del Settecento, per 350 anni quasi ininterrotti.
L’attuale sede dell’Istituto scolastico Paola di Rosa era la sede del Provveditore veneto, mentre il Palazzo Municipale risale nelle attuali forme al XVII secolo.
La Sala del Consiglio conserva un’antica mappa settecentesca del territorio di Lonato e il soffitto riporta decorazioni ottocentesche dedicate all’agronomo lonatese Camillo Tarello (1517-1573).
Questa grande stanza è detta “Sala del Celesti” perché conserva un’eccezionale opera d’arte, eseguita nel 1693 proprio per questo ambiente, dal pittore veneziano Andrea Celesti (1637-1712). La grande tela (misura cm 262x735) venne commissionata dal Consiglio comunale nel 1692 per ricordare la cessazione della peste del 1630.
Al centro è rappresentato Gesù Cristo con a sinistra la Vergine e a destra San Giovanni Battista, patrono di Lonato. A sinistra l’allegoria di Lonato con accanto il Doge di Venezia e le tre Virtù teologali, mentre a destra il pittore ha rappresentato le conseguenze della peste, con un lazzaretto e il demonio alato che sta volando via.
Nella Piazza si tiene il mercato settimanale del giovedì e sabato mattina, oltre che il mercatino dell’antiquariato, ogni terza Domenica del mese (ad eccezione del mese di gennaio).


Lonato Piazza Martiri della LibertÓ